Associazione Artistico-Culturale Synodia

 

Home PageLink to News pageLink to La Storia pageLink to Produzione Artistica pageLink to Edicole Sacre pageLink to Le Meridiane pageLink to Relazione 2001 pageLink to Ascolto CD 2001 pageLink to Ascolto CD 2002 pageLink to Ascolto CD 2003 pageLink to Ascolto CD 2004 pageLink to Ascolto CD 2005 pageLink to Contatti page

   

 

Le Meridiane delle Marche

“La Misura del tempo”

di

ALBERTO CINTIO

______________________________

11 - LA GNOMONICA OGGI

Nel nostro secolo, con la diffusione capillare degli orologi da taschino e da polso, prima meccanici poi al quarzo, le meridiane sembrano essere andate... in pensione: molte sono state cancellate dal tempo e dall'incuria e molte altre sono state rovinate o mutilate o distrutte da interventi sulla parete o sulla struttura muraria senza tener conto di esse. Nella opinione comune sono considerate strumenti molto approssimati, difficili da leggere e quindi inutili, spesso ingombranti e comunque roba d'altri tempi.

Nella misura del tempo anche il Sole è stato mandato in pensione e da un pezzo. Fin dagli anni ‘30 il secondo veniva scandito dalle oscillazioni di un cristallo di quarzo provocate dalla elettricità e la precisione migliorò circa 100 volte rispetto alle misure basate sulla meccanica celeste. Ma il quarzo con il tempo varia la frequenza delle oscillazioni per cui nel 1956 (e ufficialmente nel 1972) i Fisici scelsero le oscillazioni di una riga dello spettro dell'atomo di Cesio 133, (che sono 9.192.631.770 al sec.) corrispondente alla transizione tra due livelli iperfini dello stato non eccitato. Con questo Tempo Atomico Internazionale (TAI) è possibile datare un evento con la precisione di un nanosecondo e già sono pronti orologi atomici al Magnesio che sono cento volte più precisi dei precedenti. Tanta pignoleria nello spaccare il secondo è necessaria nelle telecomunicazioni ove i messaggi corrono sui cavi usando ognuno una frazione infinitesima di secondo.

Ed è proprio a fronte di tanta precisione che le meridiane riacquistano quel fascino tutto particolare che sempre hanno avuto perché il fluire delle ore, dei giorni e degli anni è una realtà a misura d'uomo. “Omnia aliena sunt, tempus tantum nostrum est” , afferma Seneca all'inizio della prima lettera a Lucilio e lo scorrere del tempo è espresso nella realtà dell'ombra e della luce, che diventa anche metafora e simbolo.

Dagli anni ‘80 in poi, in un crescendo quasi prodigioso, si sta fortunatamente risvegliando l'interesse verso le meridiane, una sorta di rifioritura della gnomonica, dopo circa un secolo di completo abbandono, in tutte le sue molteplici valenze: storica, ornamentale, artistica, didattica. Le iniziative si moltiplicano in modo capillare e a vari livelli: dalle attività didattiche nelle scuole, ai corsi di aggiornamento per insegnanti, alle mostre, ai concorsi a livello europeo, alle conferenze e via via fino ai più specialistici seminari nazionali di gnomonica organizzati dalla Sezione Quadranti Solari della Unione Astrofili Italiani L'8° Seminario è stato tenuto a Porto S.Giorgio (AP) al David Palace Hotel il 3-4-5 ottobre ‘97 e il prossimo si terrà a S.Felice del Benaco (Brescia) nei giorni 26-27-28 marzo 1999.

Si restaurano le antiche meridiane poste su edifici pubblici, in genere chiese, campanili, torri, palazzi civici, istituti e conventi. Se ne costruiscono di nuove in marmo o ceramica o pittura in case private, per abbellire e dare un tocco di signorilità e di eleganza all'edificio. Girando per l'Italia non è raro alzare lo sguardo su edifici moderni e vedere meridiane tanto belle dal punto di vista pittorico quanto errate dal punto di vista astronomico, forse perché le linee sono state disegnate empiricamente e senza alcuna competenza.

Anche in campo editoriale si moltiplicano i libri, articoli su riviste, programmi al computer, cataloghi provinciali e regionali, nonché un'ampia documentazione su Internet.

______________________________

 

Vai alla Pagina Principale de "Le Meridiane delle Marche"

 

     
     

| Home | News | La Storia | Produzione Artistica | Edicole Sacre |

| Le Meridiane | Relazione'01 | Ascolto CD 2001 | Ascolto CD 2002 |

| Ascolto CD 2003 | Ascolto CD 2004 | Ascolto CD 2005 | Contatti |

 

Associazione Culturale "SYNODIA"
63023 FERMO (ASCOLI PICENO)
Via San Marco 75
Tel/Fax (+39) 0734 642361
Cell (+39) 393 9164774 (Stefano)
Cell (+39) 329 2634359 (Clemente)

Contattaci

     
           
     

Copyright © 2007 Andrea Monteriù, monteriu@tin.it. All Rights Reserved.

All text, graphics, HTML and contents of this website are protected by Italian and International copyright laws and may not be reproduced or distributed in any manner without the explicit permission of Andrea Monteriù. This page was created and is maintained by Andrea Monteriù. Contact Andrea Monteriù